SEO

Search Engine Optimization, quanto incomprensibile è ancora questa pratica a chi si occupa di web aziendale?

Il posizionamento del nostro website diventa sempre più fondamentale per poter offrire opportunità al nostro business.

Comprendere la provenienza e la tipologia dei nostri visitatori, per poter trovare le keywordse le frasi chiaveche servono ai nostri testi per poter apparire nel web.

Per realizzare tutto questo il progetto si articola di 4 fasi:

  • Ottimizzazione per ipotesi
Ottimizzazione sui dati. Sono i motori di ricerca a decidere la pertinenza delle pagine, non gli editori (noi). Migliorare il Ranking dei motori di ricerca.

  • Inseguire i motori di ricerca che inseguono gli utenti

Definire una pertinenza per le pagine più performanti e costuire una rete di link esterni, permettendo ai nostri contenuti di entrare nel tessuto dei network sociali, directory e advertising virale.

  • Misurare i risultati del team SEO

I risultati del traffico totale del sito possono essere rispecchiati anche dalle performance di alcune keyword comuni, che dopo l’analisi SEO verranno definite con una percentuale di conversione agli obiettivi.

  • Analisi delle keyword performanti per gli obiettivi aziendali

Dobbiamo capire come cercano i nostri clienti, quali parole utilizzano per cercare e costruire la campagna di ottimizzazione sulla base delle parole chiave che più facilmente portano visite sul sito.

Fare SEO, come ho più volte affermato ai miei clienti, non è un gioco magico che permette attraverso lo sfruttamento di alcuni accorgimenti tecnici di realizzare un risultato permanente. Tutt’altro è una funzione che non smetterà mai di impegnare alcune risorse aziendali per restare sempre in ascolto nel webe comprendere cosa stanno cercando gli utenti di noi. Da qui potremo se ben formati all’attività trarne benefici alla nostra attività quotidiana di business.