social business

Spessissimo sentiamo parlare di Social Business, ma relamente cosa rappresenta questa nuova moda?

Fare social Business in una azienda, indipendentemente dalle dimensioni (l’azienda di un libero professionista come la grande società di numerose persone), produce un cambiamento profondo su come le imprese operano e generano valore dalla collaborazione diretta con stakeholder, dipendenti, clienti, partner, fornitori.

Se pensiamo alle più interessanti iniziative in ambito organizzativo, tecnologico e di business degli ultimi anni, il Social Business è rappresentato da un’organizzazione che mette in campo le strategie, le tecnologie ed i processi atti a coinvolgere sistematicamente tutti gli individui che compongono il proprio ecosistema attribuendo un valore immenso alle informazioni scambiate.
In questo modo perde di importanza la separazione storica tra quanto viene prodotto dentro all’azienda e quello che viene percepito fuori dall’azienda, nell’era del web2.0 tutto quanto veniva considerato come privilegiato solo perchè rappresentava le idee e le decisioni che dall’azienda andavano verso il mercato (inside-out) rispetto al flusso informativo che dal mercato arriva sotto forma di feedback con  indicazioni verso l’azienda (outside-in).
Gli attori che acquisiscono il ruolo determinante per l’azienda non sono più rappresentati dai manager, ma neanche i soli clienti. Oltre che dai manager, l’evoluzione organizzativa può essere guidata indistintamente dai clienti, dai dipendenti, dai partner e dai fornitori. Tutte queste categorie passano ad un ruolo fondamentale per il successo del business.
Fare Social Business deve pertanto avere la responsabilità di coinvolgere non solo e semplicemnte nella propria comunicazione (questo si può fare con la presenza in un solo social network senza grandi grattacapi, è sufficiente essere interessanti). Coinvolgere, invece deve significare l’acquisizione della capacità di accogliere una pluralità di esigenze nell’informare,di attuare un percorso di crescita e di cambiamento organizzativo.
Lo scopo ultimo dell’organizzazione non è più la sola generazione di valore a beneficio degli stakeholder tradizionali dell’impresa, ma lo scambio di valore tra l’azienda e l’intero sistema.

E’ come se improvvisamente il gruppo degli stakeholder si fosse ampliato. E’ opportuno notare come questo mutamento amplifica il valore che viene prodotto da questa forma di network del sistema azienda. Il Social Business produce una efficenza maggiore nel concetto di azienda usufruendo in modo più preciso e dinamico delle nuove dinamiche del mercato e dei nuovi comportamenti del consumatore.

Un Social Business è un’azienda che decide consapevolmente di modificare il proprio approccio all’ambiente e di sfruttare al massimo gli stimoli esterni che vengono intercettati

Perché il Social Business è tanto importante per le aziende?

ALL’INTERNO DELL’ORGANIZZAZIONE:
  1. Migliorare le performance di business (profitti, margini, produttività, etc.)
  2. Incrementare l’efficienza operativa
  3. Essere in grado di catturare e trattenere conoscenze istituzionali
  4. Ottenere risultati più elevati in situazioni di uso intensivo della conoscenza
  5. Avere maggiore consapevolezza circa le opportunità di business e le richieste di aiuto provenienti dai colleghi
  6. Aumentare lo scambio e la collaborazione tra differenti dipartimenti
  7. Abbattimento dei costi di viaggio
  8. Ridurre il traffico email e l’information overload
  9. Migliorare coinvolgimento e partecipazione dei dipendenti
  10. Facilitare l’emergenza di un capitale sociale collettivo
  11. Ottenere nuovi livelli di agilità e reattività nel business
  12. Ridurre i costi di logistica
  13. Ottimizzare i processi interni grazie agli insight provenienti dai clienti
  14. Raggiungere una più alta attrattività dei nuovi talenti
ALL’ESTERNO DELL’ORGANIZZAZIONE:
  1. Ridurre i costi di Customer Care
  2. Migliorare la fedeltà e la soddisfazione del cliente
  3. Incrementare il numero di leads generati e di vendite chiuse
  4. Abbreviare il ciclo di vendita
  5. Ridurre i costi del marketing
  6. Capacità di attrarre i migliori talenti
  7. Far crescere reputazione e visibilità del brand
  8. Migliorare vendite e tassi di conversione attraverso online ambassadors e community virtuali
  9. Incrementare il numero di clienti tramite un’utilizzo integrato di differenti canali

 

ATTRAVERSO L’ORGANIZZAZIONE:
  1. Ridurre il time to market
  2. Abbattere i costi di sviluppo del prodotto
  3. Garantirsi l’accesso a fonti illimitate di idee e feedback per il miglioramento del prodotto
  4. Ridurre il rischio ed incrementare le probabilità di successo nel lancio di nuovi prodotti
  5. Semplificare lo sviluppo di nuovi modelli di business

Non c’è Social Business se l’organizzazione non è in grado di:
Mettere al centro la persona. Gli utenti vanno considerati allo stesso livello degli stakeholder tradizionali.
Ascoltare. L’azienda deve abbattere le barriere (tra dipartimenti e verso l’esterno) per ascoltare i segnali che vengono dalle persone
Rispondere. L’azienda deve coinvolgere l’interno ecosistema nella produzione di una risposta efficace, coordinata, reattiva, trasparente e appropriata allo stimolo ricevuto, indipendentemente dal canale in cui la discussione è avvenuta.
Imparare ed evolvere. E’ necessario fare tesoro di quanto appreso in modo da poter continuamente migliorare il processo di lavoro ed incrementare i benefici per tutte le parti coinvolte.

Tutti i processi devono essere  dinamicamente e organicamente organizzati per una cospicua raccolta di feedback in linea con le esperienze di tutti gli utenti del sistema.
Se all’inizio dell’era dei social media la maggiore parte delle organizzazioni declinava questi strumenti all’interno di modalità comunque tradizionali di operare, un approccio profondo di social business va oltre la semplice reazione alla conversazione per tradurre i segnali (dei dipendenti, clienti e partner) in indicazioni concrete.
Mentre sempre più aziende iniziano ad interessarsi o in alcuni casi a lanciarsi fattivamente in iniziative di coinvolgimento di clienti e dipendenti finalizzate al miglioramento del proprio business, si comincia a intravvedere una possibile successione di stadi di maturità culturale, tecnologica, organizzativa e nella relazione con il cliente che caratterizza i progetti di Social CRM.
Ogni fase è caratterizzata da un determinato livello di comprensione del ruolo che i social media ricoprono nella creazione del valore, da un differente schema organizzativo dei dipartimenti coinvolti nei social media ed uno specifico grado di integrazione tra conversazioni online e sistemi interni.
L’evoluzione tra uno stadio ed il successivo richiede  propensione al cambiamento e maturità delle iniziative legate alle persone.

 

 

Related Posts

Comments are closed.

social business

Spessissimo sentiamo parlare di Social Business, ma relamente cosa rappresenta questa nuova moda?

Fare social Business in una azienda, indipendentemente dalle dimensioni (l’azienda di un libero professionista come la grande società di numerose persone), produce un cambiamento profondo su come le imprese operano e generano valore dalla collaborazione diretta con stakeholder, dipendenti, clienti, partner, fornitori.

Se pensiamo alle più interessanti iniziative in ambito organizzativo, tecnologico e di business degli ultimi anni, il Social Business è rappresentato da un’organizzazione che mette in campo le strategie, le tecnologie ed i processi atti a coinvolgere sistematicamente tutti gli individui che compongono il proprio ecosistema attribuendo un valore immenso alle informazioni scambiate.
In questo modo perde di importanza la separazione storica tra quanto viene prodotto dentro all’azienda e quello che viene percepito fuori dall’azienda, nell’era del web2.0 tutto quanto veniva considerato come privilegiato solo perchè rappresentava le idee e le decisioni che dall’azienda andavano verso il mercato (inside-out) rispetto al flusso informativo che dal mercato arriva sotto forma di feedback con  indicazioni verso l’azienda (outside-in).
Gli attori che acquisiscono il ruolo determinante per l’azienda non sono più rappresentati dai manager, ma neanche i soli clienti. Oltre che dai manager, l’evoluzione organizzativa può essere guidata indistintamente dai clienti, dai dipendenti, dai partner e dai fornitori. Tutte queste categorie passano ad un ruolo fondamentale per il successo del business.
Fare Social Business deve pertanto avere la responsabilità di coinvolgere non solo e semplicemnte nella propria comunicazione (questo si può fare con la presenza in un solo social network senza grandi grattacapi, è sufficiente essere interessanti). Coinvolgere, invece deve significare l’acquisizione della capacità di accogliere una pluralità di esigenze nell’informare,di attuare un percorso di crescita e di cambiamento organizzativo.
Lo scopo ultimo dell’organizzazione non è più la sola generazione di valore a beneficio degli stakeholder tradizionali dell’impresa, ma lo scambio di valore tra l’azienda e l’intero sistema.

E’ come se improvvisamente il gruppo degli stakeholder si fosse ampliato. E’ opportuno notare come questo mutamento amplifica il valore che viene prodotto da questa forma di network del sistema azienda. Il Social Business produce una efficenza maggiore nel concetto di azienda usufruendo in modo più preciso e dinamico delle nuove dinamiche del mercato e dei nuovi comportamenti del consumatore.

Un Social Business è un’azienda che decide consapevolmente di modificare il proprio approccio all’ambiente e di sfruttare al massimo gli stimoli esterni che vengono intercettati

Perché il Social Business è tanto importante per le aziende?

ALL’INTERNO DELL’ORGANIZZAZIONE:
  1. Migliorare le performance di business (profitti, margini, produttività, etc.)
  2. Incrementare l’efficienza operativa
  3. Essere in grado di catturare e trattenere conoscenze istituzionali
  4. Ottenere risultati più elevati in situazioni di uso intensivo della conoscenza
  5. Avere maggiore consapevolezza circa le opportunità di business e le richieste di aiuto provenienti dai colleghi
  6. Aumentare lo scambio e la collaborazione tra differenti dipartimenti
  7. Abbattimento dei costi di viaggio
  8. Ridurre il traffico email e l’information overload
  9. Migliorare coinvolgimento e partecipazione dei dipendenti
  10. Facilitare l’emergenza di un capitale sociale collettivo
  11. Ottenere nuovi livelli di agilità e reattività nel business
  12. Ridurre i costi di logistica
  13. Ottimizzare i processi interni grazie agli insight provenienti dai clienti
  14. Raggiungere una più alta attrattività dei nuovi talenti
ALL’ESTERNO DELL’ORGANIZZAZIONE:
  1. Ridurre i costi di Customer Care
  2. Migliorare la fedeltà e la soddisfazione del cliente
  3. Incrementare il numero di leads generati e di vendite chiuse
  4. Abbreviare il ciclo di vendita
  5. Ridurre i costi del marketing
  6. Capacità di attrarre i migliori talenti
  7. Far crescere reputazione e visibilità del brand
  8. Migliorare vendite e tassi di conversione attraverso online ambassadors e community virtuali
  9. Incrementare il numero di clienti tramite un’utilizzo integrato di differenti canali

 

ATTRAVERSO L’ORGANIZZAZIONE:
  1. Ridurre il time to market
  2. Abbattere i costi di sviluppo del prodotto
  3. Garantirsi l’accesso a fonti illimitate di idee e feedback per il miglioramento del prodotto
  4. Ridurre il rischio ed incrementare le probabilità di successo nel lancio di nuovi prodotti
  5. Semplificare lo sviluppo di nuovi modelli di business

Non c’è Social Business se l’organizzazione non è in grado di:
Mettere al centro la persona. Gli utenti vanno considerati allo stesso livello degli stakeholder tradizionali.
Ascoltare. L’azienda deve abbattere le barriere (tra dipartimenti e verso l’esterno) per ascoltare i segnali che vengono dalle persone
Rispondere. L’azienda deve coinvolgere l’interno ecosistema nella produzione di una risposta efficace, coordinata, reattiva, trasparente e appropriata allo stimolo ricevuto, indipendentemente dal canale in cui la discussione è avvenuta.
Imparare ed evolvere. E’ necessario fare tesoro di quanto appreso in modo da poter continuamente migliorare il processo di lavoro ed incrementare i benefici per tutte le parti coinvolte.

Tutti i processi devono essere  dinamicamente e organicamente organizzati per una cospicua raccolta di feedback in linea con le esperienze di tutti gli utenti del sistema.
Se all’inizio dell’era dei social media la maggiore parte delle organizzazioni declinava questi strumenti all’interno di modalità comunque tradizionali di operare, un approccio profondo di social business va oltre la semplice reazione alla conversazione per tradurre i segnali (dei dipendenti, clienti e partner) in indicazioni concrete.
Mentre sempre più aziende iniziano ad interessarsi o in alcuni casi a lanciarsi fattivamente in iniziative di coinvolgimento di clienti e dipendenti finalizzate al miglioramento del proprio business, si comincia a intravvedere una possibile successione di stadi di maturità culturale, tecnologica, organizzativa e nella relazione con il cliente che caratterizza i progetti di Social CRM.
Ogni fase è caratterizzata da un determinato livello di comprensione del ruolo che i social media ricoprono nella creazione del valore, da un differente schema organizzativo dei dipartimenti coinvolti nei social media ed uno specifico grado di integrazione tra conversazioni online e sistemi interni.
L’evoluzione tra uno stadio ed il successivo richiede  propensione al cambiamento e maturità delle iniziative legate alle persone.

 

 

Related Posts

Comments are closed.