Quanto vale avere una chiara visione della concorrenza?

Il modello delle cinque forze competitive (anche detto analisi delle cinque forze di Porter) è uno strumento utilizzabile dalle imprese per valutare la propria posizione competitiva.

Personalmente credo che una ampia ed esaustiva analisi della competizione che ruota attorno al mercato di riferiemnto di una determinata azienda debba essere uno dei punti di partenza più importanti delle valutazioni da effettuare per poter meglio individuare le aree di competenza da migliorare, le opportunità da individuare per poter aggredire al meglio il mercato e per creare un indirizzo preciso alle spinte innovative da stimolare.

Il modello si propone di individuare le forze, misurandone intensità ed importanza che operano nell’ambiente economico e che, con la loro azione, erodono la redditività a lungo termine delle imprese.

Ecco, quindi, le 5 forze che devono poter essere individuate e valutate all’interno di un contesto ampio e articolato, la costanza nella valutazione dei 5 fattori e l’individuazione delle risposte che l’azienda è in grado di fornire ad ognuno di essa sono la chiave di volta che permette di costruire azioni per il mantenimento di un livello di redditività del business che altrimenti viene a ridursi fino a creare reali difficoltà alla sopravvivenza stessa dell’impresa.

  1. Concorrenti diretti: chi sono le imprese che offrono la stessa tipologia di prodotto sul mercato?
  2. Fornitori: quali sono i fornitori, integrati tra loro, che hanno il controllo diretto del processo produttivo? Quali le indispensabili materie prime e/o semilavorati che forniscono e per le quali le imprese hanno difficoltà di reperimento?
  3. Clienti: Esistono clienti che possono integrarsi per acquistare al meglio i prodotti?
  4. Potenziali entranti: Chi sono i soggetti che potrebbero entrare nel mercato in cui opera l’azienda?
  5. Produttori di beni sostitutivi: si devono valutare con estrema attenzione anche i soggetti che immettono sul mercato dei prodotti diversi da quelli di riferimento, ma che sono comunque in grado di soddisfare lo stesso bisogno, magari in forme differenti.

L’analisi di queste forze permette all’impresa di ottenere un quadro completo sulla sua posizione competitiva, di prendere decisioni strategiche, di stabilire i comportamenti e atteggiamenti da adottare nei confronti di queste forze. Nel modello indicato da Porter, la capacità di ottenere risultati superiori alla media nel settore, nel quale è inserita l’impresa, dipende dalla capacità di un corretto posizionamento nel settore e dalla valutazione dell’impatto delle 5 forze nel mercato di riferimento.

Qui sotto la tabella grafica che esplica in modo chiaro quanto teorizzato da Porter

 

5_forze_di_Porter

Comments are closed.