la realizzazione di una buona presentazione in Powerpoint o Keynote

Dopo molto tempo mi sono deciso di leggere un libro su come poter realizzare una buona presentazione in Powerpoint o Keynote. Il libro in questione è PresentationZen di Garr Reynolds, che suggerisco a chi ha la necessità di fare spesso presentazioni in pubblico con l’ausilio del “mostro” PPT ( acronimo dell’estensione file di Powerpoint).

Che dire? o meglio come si scrive nel libro “DAKARA NANI?” ovvero nella lingua giapponese più o meno: …e quindi?

Il libro che non vuole in alcun modo dare delle chiavi di lettura tecnico pratiche, mi sembra illuminante sopratutto per quanto riguarda la parte di progettualità della angosciosa quanto agognata presentazione.

Fondamentale comprendere che, come ogni ambito della nostra vita in particolare per quelli professionali, è determinante la fase di progettazione, senza un corretto ed analitico approccio di questa fase non si può raggiungere che approssimazione e direi anche noia dei malcapitati che dovranno ascoltarci.

 Diventa essenziale partire con il rispondere alle domande del tipo:

  • quanto tempo ho per la presentazione?
  • che tipo di pubblico avrò?
  • che cosa si aspettano da me?
  • perché mi hanno chiesto di parlare?
  • qual’è l’obiettivo della mia presentazione?
  • qual’è la storia che racconterò?

e sopratutto

  • qual’è il punto assolutamente centrale che voglio resti nelle menti dei miei astanti?

A questo punto dopo avere spento il proprio computer e presa la vecchia cara carta e penna ci si potrà fermare a riflettere, raccogliendo anche come è più congeniale ad ognuno di noi le idee mettendole su carta organizzando una serie di appunti che potranno essere utilizzati anche in fase di esposizione verbale.

Qui mi fermo ma tornerò con altri articoli che illustrino le modalità operative di costruzione del progetto Presentation.

Comments are closed.